Nel 2004, più per caso che per necessità, mi trovo in mezzo ad una serie di artisti e di eventi di arte contemporanea.

Mi invitano all'Accademia di San Luca ad un workshop per architetti, artisti e film-maker. Li, con l'architetto Francesco Cellini e l'artista Carola Spadoni, realizzo il video MOVIE GAME (ahimè non lo trovo più) che racconta, mischiando cult movies e grafica da video game, il tratto di Tangenziale che taglia i palazzi del quartiere San Lorenzo a Roma. Il video rimane in mostra per un mese all'Accademia di San Luca e riceve apprezzamenti davvero importanti, tra cui quello del rettore della facoltà di architettura di Valle Giulia che ci chiede di fare un corso agli studenti.

Qualche mese dopo mi chiamano al Riato Santambrogio per girare un video su una mostra collettiva e, in quell'occasione, conosco l'artista iracheno (a Roma dal 1974) Alì Assaf. Da quell'esperienza è nato il primo lavoro realizzato con Alì, LAMPEDUSA CHECKPOINT, che ha girato molto all'interno di personali o mostre collettive. Poi è nata una grande amicizia e sono seguiti negli anni altri lavori: I'M HER, I'M HIM che è stato presentato alla Biennale del Cairo, e poi NARCISO che nel 2011 è stato per 7 mesi alla Biennale D'Arte di Venezia.

 

 

 

 

 

Rome, Italy I simone.amendola@email.it I 0039 3334904007 I